Esploratori

“Branca E” sta per “Branca esploratori ed esploratrici”, ovvero ragazzi e ragazze dai 12 ai 16 anni, ed ha la durata di 4 anni all’interno del cammino scout.
Il punto di forza della Branca E è il condire tutte l’attività con l’Avventura; per questo la vita degli esploratori/trici si svolge prevalentemente all’aria aperta, a contatto con l’ambiente e con la natura, ideale per lo svolgimento di ogni attività, che siano esse statiche o di movimento.
Nelle attività molto tempo è anche dedicato al gioco; si gioca in mondi fantastici e molto spazio è lasciato alla fantasia ed alla creatività dei ragazzi che a questa età non è di certo esaurita!
In Branca E, gli esploratori/trici sono parte di una unità chiamata Reparto.
Il Reparto (che è misto maschi e femmine) è idealmente composto da una trentina di ragazzi e ragazze che si ritrovano in una sede propria. Vivere all’interno del Reparto è un po’ come vivere nella società in cui siamo immersi ogni giorno: ci sono delle regole,dei diritti e dei doveri da rispettare e tanti momenti in cui è possibile discutere, parlare, confrontarsi e crescere insieme.
Esistono due tipi di Reparto: terrestre e nautico. Questa differenza è indicata esteriormente da un’uniforme di diverso colore (camicia verde, pantaloni marroni per il terrestre, camicia e pantaloni blu per i nautici) e si riferisce al tipo di attività che si fanno ed alle tecniche che si imparano legate ad un ambiente in particolare. Cosa significa? Beh, semplicemente che i Reparti nautici faranno più attività in mare, fiumi o laghi mentre i Reparti terrestri si confronteranno maggiormente con la natura di montagne, colline, boschi, ecc…
All’interno del Reparto oltre ai ragazzi è presente uno Staff che organizza e propone le attività formato da Capi sia maschi che femmine, che fanno riferimento ad un Capo Reparto, colui che ha il compito di coordinare il tutto.
Ma in Reparto non tutte le attività si svolgono tutti quanti assieme!
Infatti gli esploratori/trici sono raggruppati in piccoli gruppi detti “Pattuglie”(o “Equipaggi” se si tratta di un Reparto nautico). Le Pattuglie sono omogenee per sesso e sono composte da 5-8 ragazzi o ragazze e si chiamano con nomi di animale (es. Pattuglia delfini, Pattuglia giaguari, Pattuglia falchi, ecc…)
All’interno di ogni Pattuglia (ptg) vi è un’organizzazione particolare: vi è un Capo Pattuglia (di solito il più grande di età) che assicura che tutto all’interno della Ptg funzioni nel modo corretto, porta la sua esperienza e le sue conoscenze per far sì che anche i più piccoli possano imparare nuove cose e conduce i Consigli di Pattuglia (all’interno dei quali si organizzano le attività e la vita di ptg).
Il Capo Pattuglia (CP) è aiutato da un Vice Capo Pattuglia (VCP).
Ogni Pattuglia ha in sede un suo Angolo di Ptg dove si riunisce e possibilmente tiene i propri materiali; possiede un guidone di ptg, ovvero un bastone con una bandierina sulla quale sono ricamati i colori e l’animale che dà il nome alla Ptg. In questo modo ogni piccolo gruppo è simboleggiato dal proprio guidone ed ha la responsabilità non che il compito di tenere il proprio angolo e tutto il proprio materiale in ordine.Oltre al CP ed al VCP, esistono altri ruoli all’interno della Ptg che vengono affidati a tutti i membri del piccolo gruppo (pattugliotti) e che si dividono in Incarichi ePosti d’Azione di Ptg.
Gli Incarichi sono ruoli che servono per la gestione quotidiana della Pattuglia ed è la Ptg stessa a decidere democraticamente durante il consiglio di Ptg chi dovrà rivestire un incarico piuttosto che l’altro sulla base delle caratteristiche di ognuno. Sono classicamente intesi come incarichi: Cassiere/a di Ptg, Magazziniere/a di Ptg, Segretario/a di ptg, Guardiano/a dell’Angolo, Maestro/a delle Cerimonie. Nulla vieta che utilizzando la fantasia si diano agli incarichi dei nomi differenti da questi o che ne vengano pensati degli altri! Non è inoltre obbligatorio che gli incarichi nominati debbano essere tutti assegnati se la Ptg non ne sente il bisogno.
I Posti d’Azione servono invece per la gestione della Ptg nelle attività svolte di solito all’aria aperta e vengono decisi in previsione di un’attività specifica e possono cambiare al termine di questa anche per favorire alcuni esploratori/trici nel raggiungimento di una Specialità.
Ma che cosa sono le Specialità???
Le Specialità fanno parte della così detta  Progressione Orizzontale…
Ma andiamo con ordine!!!
Allora…

Esistono in Branca E due progressioni personali, ovvero due percorsi distinti che consentono ai ragazzi e alle ragazze di fare in modo che il proprio impegno, la propria crescita personale e le proprie capacità peculiari vengano riconosciute. Queste due progressioni si chiamano PO(Progressione Orizzontale) e PV(Progressione Verticale).
Cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta…
La PO è costituita dall’insieme delle Specialità, ovvero delle capacità che ogni esploratore/trice può avere in un determinato campo o nel fare una determinata cosa, ed è divisa in due categorie:
• le specialità gialle, relative alle conoscenze personali
• le specialità verdi, relative alla Tecnica scout
Ciascun gruppo è ulteriormente diviso in 4 aree: abilità manuale, carattere, sviluppo fisico e senso civico. Per ognuna di queste aree esiste una Specialità Jolly che dà la possibilità ad ogni esploratore/trice di fare almeno una specialità che non esiste tra quelle già stabilite; è possibile crearla inventandola ed inventandone le prove in accordo con il Capo Reparto ovviamente.
La PV invece è divisa in 4 tappe o tracce (una per ogni anno di permanenza in Reparto):
• SCOPRO (1° anno)
• CONOSCO (2° anno)
• CONDIVIDO (3° anno)
• INTERIORIZZO (4° anno)
Queste quattro tappe sono molto legate al cammino di crescita che l’esploratore/trice fa nei 4 anni di branca E. Dal momento che ognuno di noi è fatto a suo modo ed ha capacità e caratteristiche diverse dagli altri, le varie tappe della PV posso essere raggiunte in tempi e modi diversi, con la possibilità per chi dovesse essere “rimasto in dietro”, di recuperare le prove ancora da svolgere per concludere una traccia.

Dopo questa presentazione della Branca E in generale, della sua struttura ed organizzazione, andiamo un po’ a scoprire quali sono i due elementi che caratterizzano fortemente questa branca ovvero l’Abilità Manuale e la Tecnica.
Parlando di Abilità Manuale, intendiamo tutte quelle cose che si possono imparare realizzandole, mettendosi alla prova, imparando da chi è più grande di noi e da chi ha perciò già una maggiore esperienza. In Reparto si imparano molte cose “facendole” ovvero sperimentandole in prima persona, un modo molto diverso di imparare rispetto a quello a cui siamo abituati (es. a scuola, ascoltando la lezione…!). Proprio nell’Abilità Manuale l’esempio dei Capi Ptg o dei più “vecchi” ed esperti del Reparto è fondamentale. In Reparto e soprattutto con la Ptg quindi si realizzeranno progetti e si cercherà di portarli a termine valutando il lavoro che è stato svolto per fare sempre meglio.
Parlando di Tecnica, invece, ci riferiamo alle Tecniche Scout che sono tipiche della Branca E.
Le Tecniche scout ci mettono di fronte ai nostri limiti e ci spingono a tentare di superarli pian piano, poco per volta, in maniera serena con l’aiuto degli altri Esploratori/trici e dei Capi. In questo modo potremo accrescere le nostre capacità personali ed anche stimolare la nostra crescita fisica!

Ma dopo tutto questo spiegone scommetto che ti stai chiedendo: ma che cosa si fa in Reparto??!! Beh, le attività tipiche della Branca E sono tantissime, tutte divertenti ed all’insegna del contatto con la natura e dell’avventura!!!
Si distinguono in attività di Pattuglia e di Reparto a seconda che vengano svolte dalla Ptg da sola o in compagnia di tutto il resto dell’unità.
Un’attività tipica che può essere sia di Ptg che di Reparto è l’Uscita (una giornata di attività) oppure il Bivacco (due giornate di attività con pernottamento in casa o in tenda) che si svolgono una volta al mese. Ovviamente lo è anche la Riunione che si svolge solitamente una volta a settimana.

Tra le attività di Reparto troviamo il campo di 3/4 giorni, il campo estivo, i giochi, il fuoco di bivacco, le tradizioni, ecc…
Mentre tra le attività di pattuglia hanno particolare importanza la Missione e l’Impresa.
• Missione: la missione è un’attività che viene proposta alla pattuglia dallo Staff di Reparto. La Pattuglia riceve tutte le indicazioni e deve solo realizzare e verificare l’attività. Nell’arco di un intero anno scout se ne fanno più di una.
• Impresa: l’impresa è un’attività che la Pattuglia programma, realizza e verifica completamente da sola, in autonomia. Viene fatta di norma verso la fine dell’anno e comunque dopo essersi già sperimentati in almeno una missione.
Qui di seguito troverai altre attività tipiche della Branca:
• Consiglio di Reparto: è il momento ed il luogo in cui il Capo reparto, i CP ed i VCP insieme allo staff si ritrovano per confrontarsi. Durante il Consiglio di reparto, gli esploratori/trici che ne prendono parte possono essere protagonisti della scelta e dell’ideazione delle attività che si faranno. Insieme ai Capi, i CP e i VCP scelgono che “cosa fare”, pensano delle attività riportando le impressioni ed i desideri di tutto il Reparto che poi verranno svolte tutti quanti assieme.
• Alta Pattuglia: è un piccolo gruppo composto dai ragazzi e dalle ragazze più grandi del Reparto. In questo gruppo è possibile fare attività “particolari” (che non per questo devono essere impossibili o assurde) che non sono adatte ai “piccoli” o a coloro che sono appena arrivati dal Branco e che permettono ai “vecchi” del Reparto, ai più esperti, di cimentarsi in imprese divertenti, avventurose, o di trattare temi di attualità specifici. Le attività di Alta Ptg vengono organizzate insieme allo Staff.
• Consiglio della legge: è un momento importante della vita di Reparto in cui ci si confronta con la Legge scout. Di solito vi partecipano solamente coloro che hanno già “fatto” o rinnovato la Promessa. Può essere usato per vari motivi e con scopi differenti come parlare dell’andamento del Reparto, riflettere su eventuali comportamenti scorretti,…sempre in maniera tranquilla e serena, dando a tutti la possibilità di esprimere la propria idea ed il proprio pensiero. Il Consiglio della Legge è quindi un momento in cui ognuno ha la possibilità di ripensare il proprio comportamento e le proprie azioni alla luce della legge Scout.
• Campo estivo: è l’attività finale, il culmine dell’intero anno scout. Si svolge nel periodo estivo (come si può dedurre dal nome!!!) e dura dai 10 ai 14 giorni a discrezione dello staff. Al Campo Estivo ogni Ptg deve dotarsi di un proprio spazio (sottocampo) lontano dalle altre Pattuglie dove vivere la “vita di Ptg” cucinando, dormendo, chiacchierando e facendo un mucchio di altre cose assieme. Ovviamente sono previste anche tante altre attività che coinvolgono l’intero Reparto! In più, il Campo Estivo è un ottimo momento che può essere sfruttato per utilizzare le Tecniche scout e per vivere al massimo l’avventura…
• Hike: è una Tecnica Scout e consiste nella realizzazione di un percorso a piedi nel corso di una delle attività di Pattuglia o di un campo; talvolta alla camminata si aggiunge (in primavera o estate) una nottata da passare all’addiaccio (ovvero durante la quale si dorme sotto le stelle o sotto un rifugio di fortuna). L’Hike può essere sia ideato dagli esploratori/trici sia commissionato dallo Staff.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...